Una mamma prega così

GUARDO A TE, MARIA

Maria, fiore più bello del creato,

quante cose vorrei dirti

ma in silenzio ti guardo

perché so che Tu, Mamma Santissima,

mi conosci nel profondo del cuore,

perché so che non servono parole tra noi.

Io, piccola e misera anima, guardo a Te, e a Te anelo.

Accogli la mia preghiera.

Per tutte le famiglie

che stanno vivendo dei momenti difficili

 per il lavoro perché la paura non prenda

il sopravvento portando la rassegnazione della sfiducia

o l’allontanamento degli sposi.

Perché i coniugi si abbraccino l’un l’altro

con Cristo in mezzo e perché riscoprano

nella dolce grazia ricevuta

da Dio nel giorno del matrimonio

la fonte per attingere forza e dono di sé.

Per i genitori

perché siano sempre rivolti al tuo santo esempio

nella guida, nel sostenere

e nell’amore disinteressato

verso i propri figli che Dio Padre

ha affidato loro,

perché siano i primi umili compagni

di cammino sulla strada

su cui Dio li ha chiamati.

Perché ogni famiglia sia la famiglia di Nazaret.

A Te mi rivolgo per quelle persone

che vivono lo smarrimento della solitudine

ogni giorno nel triste silenzio di chi ascolta

o per coloro che hanno perso un loro caro.

Consola e asciuga le loro lacrime,

Vergine Santa.

Per le care Sorelle che con umiltà e carità cristiana

ogni giorno si dedicano con amore

ai nostri figli.

Maria Dolcissima che con il tuo Sì

ci hai donato Gesù, adempiendo con umiltà

la volontà di Dio Padre, sostienimi

nel mio Sì quotidiano a Lui.

Dolce Maria abbracciami forte,

insegnami ad amare tuo Figlio,

accompagnami nel cammino verso Lui,

intercedi presso Dio

e se dovessi barcollare per la mia umanità

Mamma Dolcissima

prendimi in braccio.

 

Monica – Fondi LT

 

Invia un commento