MISSIONE MESSICO
Incoraggiate da più parti, nel dicembre 2012 ci siamo avventurate in Messico per conoscere una nuova realtà e capire se era volontà di Dio che l’Opus Mariae Reginae cominciasse a diffondere il suo carisma anche oltreoceano.
I segni sono stati chiari. Il Vescovo di Tenancingo (Stato del Messico) ha definito subito “interessante” il nostro carisma finalizzato alla formazione cristiana della donna e si è tanto premurato perché si costituisse un Oratorio femminile anche nella sua Diocesi.
     E così il 17 gennaio 2014 Mons. Raul Gomez Gonzalez ha accolto al mattino presto, all’aeroporto di Città del Messico, le due Sorelle designate per questa prima missione dell’Opus Mariae Reginae all’estero e le altre due che le accompagnavano.22-4-15 Oratorio femminile (2
Un’accoglienza calorosa le ha fatte sentire subito in un clima di famiglia e un’abitazione decorosa e confortevole, accanto alla Cattedrale, le ha lasciate letteralmente interdette. Le premesse presentavano uno scenario molto diverso dai racconti di disagi e povertà di prime missioni che si conoscevano. E poi… gente cordiale, liturgie curate e partecipate, grande devozione alla Madonna venerata sotto il titolo di “Nostra Signora di Guadalupe”, nel cui meraviglioso Santuario, il giorno dopo dell’arrivo, il Vescovo di Tenancingo ha voluto celebrare una S. Messa per porre sotto la protezione della Madonna le Sorelle e il loro incipiente impegno apostolico.
Dopo aver lasciato la nostra cara Italia, dove la pratica religiosa e la testimonianza di fede dei Cattolici spesso lasciano tanto a desiderare, nel cuore di ogni Sorella si è affacciato spontaneo l’interrogativo: “Perché siamo venute qui?”. Avevamo tutte tanto pregato per conoscere la volontà divina che si era manifestata con segni inequivocabili. Certo, non tutto ci è dato di comprendere subito dei progetti di Dio, l’importante è vedere un pezzo di orizzonte per compiere i primi passi. Il nostro primario impegno apostolico è rivolto alla gioventù femminile.
Conosciamo tutti quanto è importante il ruolo della donna nella famiglia e nella società, e come è determinante, talora condizionante, la sua influenza, sia nel bene che nel male, sul ceto maschile e nell’educazione dei piccoli.
Certamente in questo ambito il Signore ci ha chiamate ad operare anche in Messico, perché la gioventù attuale assicuri continuità e incremento alla fede e alla pratica devozionale tanto diffusa oggi negli adulti, in coloro che beneficiano ancora di preziose eredità morali e religiose.
    È con questi auspici che seguiamo la costituzione dell’Oratorio femminile “Ma donna di Guadalupe” a Tenancingo, dove vanno già le prime simpatizzanti bambine e adolescenti.
Sappiamo che il Signore non fa mai le cose a metà, se trova collaborazione docile e generosa in chi sceglie e manda per
le sue opere di bene. E allora, non ci resta che dire il nostro “Sì” con la fede, la speranza, la carità con cui ha vissuto e operato la Vergine Maria, e continuare a gettare semi di bene dovunque il Signore ci chiama.
Sr. Rosina Di Russo